Gruppi

Il gruppo come strumento per favorire la crescita attraverso la condivisione di emozioni ed esperienze

Gruppi mamma&bambino

La gravidanza e il post-partum sono periodi di grande trasformazione che possono essere accompagnati da vissuti di solitudine e di isolamento che rischiano di diventare causa di sofferenza e disorientamento.

In queste circostanze emerge il bisogno di condividere pienamente emozioni, incertezze, domande, stati d’animo in un ambito protetto e con l’accompagnamento di una figura competente, ma anche all’interno di un gruppo di pari, come altre donne che, attraversando questa stessa fase della vita, possono diventare fonte di confronto, rispecchiamento e arricchimento profondo.

Sono così nati i nostri gruppi per mamme prima e dopo il parto, che, offrendosi a donne in gravidanza e a mamme con bambini entro l’anno di vita, permettono e garantiscono un setting preventivo ad ampio spettro, dove si incontrano e confrontano vissuti prima e dopo l’evento parto e dove donne in gravidanza assistono alle prime fasi di relazione e accudimento dei neonati con le loro neo-mamme.

L’intervento si svolge attraverso una serie di incontri di gruppo settimanali della durata di un’ora e mezza l’uno, condotti da una psicoterapeuta esperta in età evolutiva.

Il numero delle partecipanti va da un minimo di 4 ad un massimo di 8 donne (in gravidanza o con neonato con sé).

Ci si riserva (a seconda degli interessi e delle necessità via via raccolti e maturati all’interno del gruppo) di allargare la partecipazione a personale sanitario facente parte dell’équipe, quale il pediatra, l’osteopata, la psicomotricista.

Progetti di psicomotricità educativa

La neuropsicomotricità opera nelle principali aree evolutive partendo da una visione integrata del bambino e della sua crescita e procede attraverso un’osservazione globale e specifica del singolo e del gruppo, ponendo particolare attenzione a bisogni e comportamenti che si discostano dallo sviluppo tipico.
La sua azione mira a sostenere uno sviluppo armonico, a consolidare le abilità presenti e a stimolare l’emergere di nuove competenze attraverso il gioco.

Tutto ciò avviene all’interno di un setting specifico definito da spazio, tempo, materiali e regole.

In questo contesto, protetto e accogliente il neuropsicomotricista favorisce un’esperienza psicomotoria ottimale e adeguata alle esigenze sia del singolo bambino che del gruppo, creando un ambiente in cui i bambini possano sentirsi liberi di mettere in campo le proprie emozioni e di esprimere le loro capacità e difficoltà. Questo consente di sviluppare apprendimenti specifici, veicolati e condivisi grazie ad esperienze motivanti e adatte.

Specifici progetti di gruppo possono essere realizzati all’interno di asili nido e scuole materne in un’ottica di educazione globale, che considera il piano cognitivo, psicoaffettivo ed emozionale.